Come Trovare CLIENTI in modo Efficace

Attenzione: Quella che segue è la trascrizione letterale del video, per questo motivo potrebbe contenere degli errori. Se non capisci qualcosa aiutati nella lettura con il video in sottofondo, oppure guarda semplicemente il video 

Oggi il tema è come trovare clienti con LinkedIn è un tema molto particolare in realtà LinkedIn uno strumento quello di cui parliamo oggi è lo strumento LinkedIn ma anche una filosofia di marketing fondamentale che usa LinkedIn 

ma ogni altro strumento per fare in modo che i clienti non solo li possiamo trovare noi ma soprattutto che vengono loro a noi 

Una regola del marketing non scritta non spiegata e non codificata ma anche un po personale mi è che quando tu cerchi clienti azione sacrosanta che poi vediamo il prezzo più o meno lo fanno loro nel senso che se tu vai a fare azioni di regeneration classiche quindi che ne sole ed i manifesti volantini qualsiasi forma digitale oppure offline cartacea di ogni tipo di marketing mirata trova i clienti più o meno ti presenti davanti a persone che sono bombardati quotidianamente da decine di migliaia di input di piccoli impulsi pubblicitari di ogni tipo forma audio video scritte qualsiasi cosa queste persone quando sei tu a raggiungere loro solitamente ti mettono a confronto con quanti altri propongono i tuoi stessi prodotti e servizi ovviamente sei una situazione fortunata se i tuoi prodotti sono unici se la tua azienda produce qualcosa per la quale leader incontrastata è un po più un problema ed è il caso di molti noi imprenditori quando invece il tuo prodotto comunque anche se un po speciale anche se è meglio curato anche se gestito da un’azienda etica anche se gestito nel modo più sartoriale made in italy e figo possibile potresti avere comunque problema che c’è qualcun altro che lo offre e magari riesce ad avere un marketing più incisivo qual è la soluzione è la soluzione è fare in modo che siano i clienti e cerca rete ovvero diventare come insegnano i grandi maestri del marketing dicono lo dicono loro sempre a farcelo diventa la coca cola del tuo settore tv grazie grazie al piffero in realtà la cosa che ai tempi sembrava assurda quando tela spiegavano questi grandi ma marketer al ritz j abraham compagnia bella c’è diventare nella mente il top of mind punto riferimento numero uno quando uno pensa a un tipo di prodotto oggi è più facile perché oggi sono dei social network come LinkedIn che ti permettono di posizionarsi in tante nicchie in maniera assolutamente gratuita e super efficiente e diventare un influencer chi è un’influenza non influenzare qualcuno che influenza le decisioni d’acquisto di una massa di potenziali acquirenti relativamente grande ok quindi se io sono l’influenza e influenza solo se mamma e papà comprano il prosciutto cotto invece del crudo non solo influenza se invece nella mia nicchia cos’è la nicchia e all’interno di un settore un micro settore ancor più specifico faccio un esempio nel settore macro della cucina una nicchia il vegano e un’altra micro nicchia potrebbe super verticale potrebbe essere la cucina vegana crudista ok e poi potremo andare ancora più nel dettaglio ma non esageriamo ecco online diventare i numeri uno del settore della cucina vegana crudista per assurdo oggi è molto più facile di quello potrà essere 20 anni fa farlo con qualsiasi di più prodotto perché perché abbiamo degli strumenti che tuttora premiano la produzione di contenuti perché ti parlo di link di allora LinkedIn ti parlo di liquidi perché io sono iscritto dal 2008 quando euro ero dirigente di una piccola multinazionale del mondo dell’informazione i miei colleghi francesi hanno presentato questa piattaforma che per loro era naturale grazie a LinkedIn che oggi conta 58 milioni di aziende tra i suoi registrati oltre 800 milioni di utenti io ho trovato clienti e fornitori in tutto il mondo perché ai tempi in cui ho iniziato a lavorare io nel mio settore se volevi contattare ed estere avevo due possibilità telefonare in azienda con fortune vari di vario tipo insomma oppure andare alle fiere di settore in giro per il mondo oppure magari sono una grande serenità le come il salone del mobile dove arrivavano loro oppure nient’altro quindi ho fatti dei grandi viaggi e magari in una settimana di viaggio costosissimo trovare 45 potenziali clienti investitori oppure non aveva altra possibilità oggi grazie a questa piattaforma io posso contattare imprenditori manager e professionisti tutto il mondo comodamente seduto nel mio ufficio a casa mia ed è una cosa incredibile funziona si perché io posso imputare e delle varie decine di milioni di fatturato delle mie aziende ha fatto negli ultimi anni solo nel digitale non meno del 50 per cento a clienti trovati grazie a LinkedIn lavorati dalla mia forza commerciale gestiti quant’altro oggi ti parlo di questo oggi parodi personal branding e LinkedIn sarà lo strumento di questa speciale forma di marketing che il personal branding allora innanzitutto marketing è una parola che non ha una traduzione italiana che potremmo dire portare al mercato to market era quando proprio i contadini inglesi portavano i frutti del loro orto al mercato per venderli e tuttora il marketing e portare davanti agli occhi delle persone di potenziali persone in target con quello che tu vedi quello che tu vuoi mettere ok è semplicemente questo una volta coltivare le zucchine le devi portare nella piazza del mercato oggi crea prodotti o servizi di quasi stati di qualsiasi tipo e il mercato in mondiale come fai a fare marketing e oggi quindi devi competere per l’attenzione di questi miliardi di persone che popolo il nostro pianeta che sono come ho detto in precedenza bombardati da decine di migliaia di segnali pubblicitario ogni giorno e perchè di fare personal branding personal branding ha una traduzione marchio personale il personal branding è far diventare se stessi un marchio famoso adesso a parte i vari che ne so donatella versace dolce gabbana salvatore ferragamo che tutti riconosciamo essere persona brand e li diamo per scontato bene anche l’antico vinaio non personal brand ci sono tanti e chiara ferragni però alcuni vi sembrano magari inarrivabili ma in realtà è molto più facile quello che sembra allora i personal brand è diventare il tuo specifico settore un marchio di riferimento come in qualità di esperto in qualità di illuminare in qualità di persona che rappresenta inventa commercializza i migliori prodotti di quel settore questo è il personal branding la differenza tra fare marketing come ci abitua la normale filosofia di marketing e crearsi un personal branding è tutta qui il pesto a vendite lo per creare in maniera completamente gratuita a parte alcuni costi tecnici il marketing normalmente prevede una spesa facciamo il conto del classico marche digitale che oggi tutte le agenzie web ti propongo dai vieni da noi cosa fai vendi questa tazza di artigianato sardo ti facciamo una bella campagna facebook da 5mila euro e ti portiamo 8900 click to die si scusa ma in che modalità io mangio i click ecco perché spesso le agenzie parlano di click parlo di visualizzazione cose che però non ti hanno da mangiare immaginiamo anche che azzecca la campagna quindi da 5 mila clic vendi cento tazze d’accordo immaginiamo anche che si è andato comunque a ottenere un ritorno dell’investimento positivo quindi è speso i tuoi 5.000 euro e ne guadagnati 5.100 ok nel momento in cui spegne gila car track e spegne le campagne pubblicitarie però tutto nel punto zero di tutto quello che tu hai creato generando pubblicità non ti rimane un bel niente questa è la dura regola oggi della pubblicità di qualsiasi tipo il personal branding fatto come vi spiego io invece come vi spiego sembrare sbarre di come così è qualcosa che ti crea una popolarità nel tuo settore tale che ti atterrerà in continuazione dei lead the potenziali clienti organis che cosa devi fare per fare questo benedetto perso prendi a ok innanzi tutto questo mirino mi sembra abbastanza ma carbon ringrazio chiara roberta quella grafica esplicativo deve essere ben chiaro chi è il bersaglio del tuo personal brand ovvero chi è il bersaglio del tuo marketing che si esplicita creando il marchio roberto buonanno paolo ruggeri andrea condello ok il nome che vuole il tuo nome ok quindi chi sono le persone che io devo attrarre con le strategie che poi ti faccio vedere in seguito come fare per ottenere la massima attenzione e come fare per diventare non solo un punto di riferimento ma anche una personalità un influencer di tale efficacia che effettivamente quando c’è da scegliere poi un giorno tra i prodotti e servizi di tizio che non ha un persona beni come il tuo e i tuoi il cliente non al minimo dubbio e compro date io vi dico adesso come si fa su LinkedIn ma quello che vi dico su LinkedIn funzione anche su altre piattaforme quelle che io consiglio oggi sui social per fare un grande lavoro sono rigorosamente LinkedIn youtube ok per alcuni settori potreste usare anche instagram ma andiamo un po fuori settore facebook dimenticato perché perché facebook soprattutto per quanto riguarda le pagine aziendali che sono quelle che le agenzie web ci hanno fatto fare l’esenzione social per tanti anni investendo migliaia migliaia e migliaia di euro ecco quelle non servono più a niente perché facebook se tu non paghi non ti fa arrivare traffico organico non ce n’è quindi oggi parliamo di una piattaforma che il link di con la quale poi vere traffico organico che cos’è traffico organico è una quantità di persone che arrivano sui tuoi contenuti senza che tu paghi nulla perché perché abbiamo sviluppato una strategia di contenuto è creato un profilo su piattaforma così ben realizzati che la piattaforma li spinge el incentiva e li mette davanti ai famosi occhi gli occhi dei tuoi potenziali clienti futuri ma dove nel mio libro rivali vario scusate se uno prende il libro non sono nessuno ragazzi imbarazzante ma no non mi sono preparato a dovere il libro qualche lo facciamo vedere toni eccolo qua grazie ho fatto anche un libro che è chiaramente pubblicizzano spudoratamente in questa situazione questo libro un esempio di persona bradley ok una volta che hai creato una reputazione online è fatto tutto quello di fare nel digitale perché è molto facile il libro può essere un prossimo passaggio ma ne parliamo la prossima volta

Tabella dei Contenuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Chi sono?

Roberto Buonanno

Roberto Buonanno

Da oltre 10 anni manager dei più importanti influencer italiani.

Fondatore di Tom’s Hardware Italia, testata giornalistica leader nel settore della tecnologia, con oltre 7 milioni di utenti attivi ogni mese.

Titolare di in-Sane! Management / Tom’s Network, l’agenzia per Influencer leader in Italia, di cui fanno parte Lyon, CiccioGamer, Antonio Palmucci, Two Players One Console, Kendal, Marcy e molti altri.

Cofondatore del locale eSport Palace a Bergamo, una struttura di 700 metri quadrati dedicata al mondo dei videogiochi competitivi. E che ha ospitato per due anni al suo interno il team di giocatori professionisti ufficiale di Samsung: i MorningStars.

E poi giornalista e Direttore di testate giornalistiche, autore di libri per Mondadori, Top Recensore Amazon Vine, Influencer, Business Coach e tanto altro ancora!

I miei corsi per diventare Influencer Professionista

Conquista YouTube, diventa un Creator Professionista ed entra nell’Accademia del Management N°1 in Italia

Apprendi basi per avviare la tua carriera nel mondo degli Influencer entro i primi 100 giorni.

Costruisci la tua professione da Influencer Professionista con il percorso Avanzato.

Articoli Correlati

influencer

Come diventare un INFLUENCER di SUCCESSO

Ti piacerebbe diventare Influencer?
Scopri i 5 consigli dell’esperto per riuscire a intraprendere una carriera di successo sui social network.

agenzia

Agenzie per Influencer: la migliore in Italia

Scopri tutte le opportunità che offre In-Sane! Management, agenzia leader nel mercato degli Influencer italiani, per rimanere sempre aggiornato su novità e strategie relative al mondo dei social network.

Guida- Sette passi per creare VIDEO YOUTUBE perfetti
agenza influencer

[Guida] Sette passi per creare VIDEO YOUTUBE perfetti

Oggi ti spiego sette trucchi e sette strategie per creare video YouTube di successo.
Hai appena aperto un canale YouTube, ma non hai i risultati che ti aspetti? Gestisci un canale YouTube da qualche tempo, ma le cose non vanno come vorresti?
Perfetto. Questo è l’articolo che fa per te.